Go to Top

Guida alla scelta del display

Nella scelta di un display a led, è importante considerare alcune variabili:

 

Installazione indoor o outdoor

La progettazione di un display a led (e relativa struttura portante) può subire delle variazioni notevoli a seconda che l’installazione sia da interno o da esterno. I display per utilizzo outdoor sono progettati e strutturati per funzionare anche in condizioni climatiche estreme, assicurando massima luminosità anche in presenza di luce solare e visibilità alle grandi distanze (i led utilizzati per le applicazioni outdoor sono quasi sempre led RGB). I display progettati per l’indoor, viceversa, utilizzando led SMD, che garantiscono immagini ad alta risoluzione e un design dei pannelli più slim.

Tipologie di led

I due tipi di led più diffusi sono senza dubbio i led SMD e i led RGB, entrambi idonei a diverse applicazioni. La tecnologia SMD (3 Led in 1), acronimo di Surface Mounting Device (Dispositivo a Montaggio Superficiale), è la nuova frontiera della miniaturizzazione elettronica. Nell’involucro di un led SMD sono inseriti 3 led di diverso colore, venendo a comporre una sorta di led multicolore. Tale tecnologia permette la creazione di pannelli con un pixel pitch (interasse, distanza tra i pixel) molto ridotto e una qualità dell’immagine notevolmente alta. La tecnologia RGB (1R, 1G, 1B), al contrario, prevede che un LED RGB (red, green, blue) sia composto da 3 LED colorati (1 led rosso, 1 led verde e 1 led blu). Il led RGB può raggiungere livelli di luminosità altissimi ed è solitamente utilizzato per le installazioni outdoor che richiedano visibilità a grandi distanze. Infine, la tecnologia single color prevede led monocromatici: 1R, o 1B,1G,1Y,1W (1 LED, 1 colore).

Il pixel pitch (interasse led)

Il pixel pitch (o interasse led) è la distanza tra un led (o Pixel) e l’altro, misurata in mm., e corrisponde alla risoluzione del pannello a led: più piccolo è il pixel pitch, maggiore sarà la risoluzione del display e la definizione dell’immagine. Per l’outdoor le soluzioni suggerite sono in genere P10, P16 e P20, mentre per l’indoor si utilizza generalmente il P10, P5, o P3.

L'angolo di vista verticale/orizzontale

L’angolo di visione verticale/orizzontale è un parametro molto importante poiché consente di definire l’angolazione entro la quale il contenuto trasmesso sul display risulta ancora visibile rispetto alla visione frontale.

La distanza ottimale/massima di visione

La distanza ottimale di visione di un display a led è determinata convertendo il valore dell’interasse led in metri: un display con interasse led P5 sarà perfettamente visibile a distanza di almeno 5 mt., un P10 a 10 mt. ecc. La distanza massima di visione sarà invece calcolata moltiplicando l’interasse led per la superficie del display.

Tipo di contenuto da trasmettere

Un display a led è uno strumento efficace per la gestione di qualsiasi tipo di contenuto digitale, sia di tipo pubblicitario che industriale. Nella scelta della tipologia di schermo o pannello, è essenziale conoscere bene il messaggio da veicolare, se di carattere puramente testuale (in tal caso le dimensioni del pannello potranno essere ridotte) o se, viceversa, di carattere multimediale e da sviluppare su superfici più ampie.